Grave incidente a Gaeta, tre feriti

Grave incidente a Gaeta, tre feriti

Un'ambulanza del 118

Un’ambulanza del 118

Brutto incidente questa notte a Gaeta, all’incrocio tra via Calegna ed il lungomare Caboto. Due ragazzi ed un giovane sono finiti in ospedale, coinvolti in un sinistro nei pressi della fermata dell’autobus, dalla dinamica ancora tutta da spiegare. Secondo una prima sommaria ricostruzione, una manciata di minuti prima delle 3 del mattino, uno scooter modello Scarabeo Aprilia procedeva da Formia verso Gaeta, quando, per cause ancora in via di accertamento, avrebbe investito un passante.

La peggio l’ha avuta U.F., 26 anni, nato a Roma ma residente a Gaeta, conducente dello scooter. I sanitari del 118 gli hanno prestato le prime cure sul posto, trasportandolo poi presso il pronto soccorso dell’ospedale Dono Svizzero di Formia dove gli sarebbe stato riscontrato un importante trauma cranico. Traumi anche per gli altri due. Raccapricciante la scena che si è presentata ai carabinieri della compagnia di Gaeta, già in strada per il consueto pattugliamento notturno.

I tre giacevano a terra in una pozza di sangue, mentre la persona investita era finita con la gamba sotto la fioriera che sorreggeva un cartello pubblicitario. Il bauletto dello scooter è stato invece ritrovato ad una ventina di metri di distanza.  Dopo aver proceduto ai rilievi del caso i militari del capitano Daniele Pubblin hanno avviato le prime indagini. è intervenuta poi una ditta specializzata per la sanificazione del manto stradale.

L’incrocio tra via Calegna ed il lungomare è stato già oggetto di cronaca per altri incidenti stradali. La fermata dell’autobus è utilizzata di giorno da diverse scuole, ubicate a pochi metri di distanza. L’amministrazione comunale ha in programma la realizzazione di una rotatoria.

Antonello Fronzuto

Ti è piaciuto questo articolo? Sostieni Minturnet con una DONAZIONE --> CLICCA QUI!



Segui Minturnet su Facebook e Twitter per essere sempre aggiornato


Iscriviti alla Newsletter gratuita. Clicca qui!

Usa Facebook per lasciare un commento a questo articolo

Share