• Home »
  • Attualità »
  • Monuments men, il Comune di Minturno rivuole i libri sottratti durante la Seconda Guerra Mondiale
Monuments men, il Comune di Minturno rivuole i libri sottratti durante la Seconda Guerra Mondiale

Monuments men, il Comune di Minturno rivuole i libri sottratti durante la Seconda Guerra Mondiale

Convento San Francesco

Convento San Francesco

Il sindaco Paolo Graziano è intenzionato a riprendere gli otto libri ridati all’Italia dagli Usa. Si tratta di otto preziosi volumi, ritenuti appartenenti all’Università “Federico II” di Napoli, e restituiti dalla Fondazione “Momunents Men” dopo che furono sottratti durante la Seconda Guerra Mondiale dalle truppe Usa quando si trovavano nel sud della provincia di Latina. I volumi, di cui abbiamo scritto qualche tempo fa, si trovavano all’interno del convento di San Francesco di Minturno.

“Ho contattato padre Francesco, responsabile del convento di Minturno – ha dichiarato il primo cittadino – al quale ho chiesto di mettermi in contatto con il responsabile del provinciale dei francescani, la cui sede è a Napoli. Insieme ai frati vorremmo cercare di tornare in possesso di quei volumi che si trovavano nel nostro convento. Non sarà un’impresa facile, ma vorremmo tentare come facemmo con le testimonianze archeologiche che si trovano in Croazia e delle quali siamo riusciti ad avere almeno i calchi”.

La giunta comunale, infine, sta proseguendo le trattative con la famiglia Caracciolo-Carafa per l’acquisizione di un centinaio di volumi storici, un iter che era stato avviato dall’amministrazione Galasso e interrotto durante la gestione commissariale.

Ti è piaciuto questo articolo? Sostieni Minturnet con una DONAZIONE --> CLICCA QUI!



Segui Minturnet su Facebook e Twitter per essere sempre aggiornato


Iscriviti alla Newsletter gratuita. Clicca qui!

Usa Facebook per lasciare un commento a questo articolo

Share